venerdì 23 luglio 2010

Il 1° agosto arriva a Lesa il rock spettacolare delle Kissexy,

Il 1° agosto alle 21.30 presso l'Area attrezzata del Campo Sportivo in Via Davicini arriva a Lesa il rock nella sua versione più spettacolare con le Kissexy, la più famosa tribute band femminile dei Kiss. Tre ragazze e un maschietto, questa è la formazione sul palco. «Sei i Kiss fossero nati donne sarebbero... Kissexy!» Con questo slogan nel 1993 la fotografa rock con il “pallino” della batteria Barbara Caserta decide di dar vita a un tributo “alternativo” ai Kiss. Le maschere e i personaggi sono quelli resi famosi negli anni Settanta dal quartetto newyorkese, ma i costumi vengono specialmente rivisitati in chiave femminile e rigorosamente … sexy! Peculiarità delle Kissexy, oltre alla loro innegabile e irresistibile femminilità, è sempre stata la speciale scelta delle canzoni da “rubare” al repertorio dei Kiss. A differenza delle altre tribute band, le ragazze decidono di affiancare a classici come Detroit rock city, Deuce, Shout it out loud, Love Gun, Cold Gin e alle hit immancabili I was made for lovin’ you e Rock’n’roll all nite, brani “più originali” come Parasite, Hide your heart, Sure know something, Nothing to lose, C’mon and love me, Let’s put the X in sex (come potrebbe mancare!), l’ammiccante Lick it up e la romantica Forever. Negli anni le Kissexy hanno suonato sia Italia che in Europa con mini tour di successo in Germania, Svizzera e Norvegia. Nell’estate del 2004 partecipano al Lorca Rock, il più importante festival Metal di Spa­gna. Nel 2006 l’etichetta statunitense Century Medial ha inserito la loro versione di Lick it up nell’antologia Girls got rhythm. Lo show delle Kissexy è un’esperienza del tutto speciale. La formazione che si esibirà a Lesa è la stessa che il 3 luglio, ha infiammato il pubblico presente nella Grossmünsterplatz di Zurigo nel corso dello Zuri Rokt.

martedì 13 luglio 2010

Copertura Internet a banda larga, la Commissione ha finito i lavori, ma la relazione non è mai arrivata in Consiglio Comunale

«Da mesi abbiamo concluso i lavori della Commissione Consiliare istituita per verificare problemi, potenzialità e fattibilità di una copertura anche parziale del territorio di Lesa con i servizi Internet a banda larga. La relazione finale, però, in Consiglio non è mai arrivata. Per questa ragione ce la portiamo noi». Così Gianni Lucini, capogruppo di Lesa nel Cuore, spiega la decisione del suo gruppo di iscrivere all'Ordine del Giorno del prossimo Consiglio Comunale l'illustrazione e l'approvazione della relazione "desaparecida". Per Lucini «È un vecchio vizio delle politica quello di sfuggire alle questioni istituendo Commissioni speciali che poi non vengono neppure insediate o, se insediate, messe in condizioni di non combinare nulla. Anche a Lesa forse c'è chi pensa di poter fare così. Nelle prossime settimane vorremmo chiedere conto anche di altre deliberazioni cinsiliari rimaste lettera morta. Vorremmo evitare di farci prendere per... il naso». Il testo della richiesta di iscrizione del punto all'ordine del giorno del Consiglio è il seguente:
«I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo "Lesa nel cuore" Gianni Lucini, Celestina Diana, Monica Rodi e Tiziana Tozzi, ai sensi dell'art. 7, comma 4, del vigente Regolamento Comunale per la convocazione, le adunanze ed il funzionamento del Consiglio Comunale chiedono l'iscrizione all'Ordine del Giorno di una deliberazione Consigliare il cui dispositivo è il seguente:

Il Consiglio Comunale di Lesa,
premesso che

- in data 30 luglio 2009, sollecitato da un’interpellanza del gruppo consiliare di “Lesa nel Cuore”, ha istituito con apposita votazione una Commissione Consiliare con il compito di approfondire le problematiche relative alla copertura Internet del territorio comunale e di verificare la possibilità reale di un’ipotesi di copertura dell’intero territorio Comunale con i servizi Internet a banda larga attraverso una rete civica:
- La Commissione era composta dai consiglieri Giovanni Lucini (presidente), Enrico Minniti e Andrea Passirani;
- la stessa Commissione, dopo tre sedute ha provveduto nel mese di gennaio 2010 a terminare i lavori redigendo apposita relazione;
delibera
di approvare la relazione stessa facendo proprie le indicazioni e assumendone gli impegni».

giovedì 1 luglio 2010

Base UFO davanti al cimitero di Solcio?

Una luce forte che sembra uscire dal terreno. Arrivando da Arona in auto appare all'improvviso nel campo visivo dopo la curva del campeggio sulla sinistra della strada e nel buio della notte ricorda le basi spaziali degli UFO nei film di fantascienza. L'illuminazione è fortissima e cattura inevitabilmente l'attenzione dello sguardo di chi guida. Chi, invece, arriva da Lesa e va verso Arona se la trova improvvisamente sulla destra appena passato il muro di cinta del cimitero. La domanda che sorge spontanea e se sia normale un'illuminazione così forte di uno spazio pubblico ai lati di una strada di grande traffico. Proprio per capirne di più i consiglieri del gruppo di Lesa nel Cuore hanno presentato la seguente interpellanza:
«I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo "Lesa nel cuore" Gianni Lucini, Celestina Diana, Monica Rodi e Tiziana Tozzi,
anche sulla base di suggerimenti e osservazioni pervenute da singoli cittadini fanno presente come l'illuminazione dei giardinetti antistanti il Cimitero di Solcio appaia decisamente eccessiva

rivolgono al Sindaco la presente interpellanza per conoscere

- Se ritenga che l'illuminazione rientri nei parametri di cautela nei confronti dell'eccesso di inquinamento luminoso;
- Se, vista la vicinanza di una strada di grande traffico, non ci sia il rischio di disturbo visivo nei confronti dei conduttori delle auto in transito
- Quale sia l'opinione del Sindaco stesso in merito all'opera».