giovedì 16 febbraio 2012

A Lesa si applichi il massimo delle detrazioni per l'IMU sulla prima casa!

Il Gruppo Consiliare di Lesa nel Cuore ha presentato oggi una mozione con la quale si chiede che nel territorio comunale si limitino gli effetti sperequativi di una tassa che tende a mettere sullo stesso piano i possessori di patrimoni diversi. Sintetica la spiegazione del capogruppo Gianni Lucini: «Agendo nei ristretti margini di manovra lasciati ai comuni da un atto discutibile, come già nel passato in una situazione per molti versi analoga chiediamo che a Lesa si applichi il massimo delle riduzioni possibili per le prime case». Questo il testo della mozione:

«Il Consiglio Comunale di Lesa rileva che
- la decisione governativa di introduzione dell'IMU in modo generalizzato è un atto discutibile perchè mette sullo stesso piano i possessori di patrimoni diversi;
- per chi ha comprato la casa con il mutuo, l’IMU sarà pagata per un immobile che in realtà è della banca e su cui grava un’ipoteca pari al doppio del valore del finanziamento;
- esiste uno spazio di manovra concesso agli Enti Locali per attenuare gli impatti negativi e iniqui di una tassa che rischia, soprattutto in questo momento, di aggravare le condizioni delle fasce più deboli della popolazione senza peraltro intaccare sostanzialmente le rendite immobiliari;
per questa ragione impegna Sindaco e Giunta
ad assumere i provvedimenti necessari per l'applicazione dell'l'IMU limitandone gli effetti di sperequazione utilizzando le facoltà di modifica concesse ai Comuni con un'applicazione oculata dei ribassi e dei rialzi concessi dal decreto istitutivo. In particolare impegna Sindaco e Giunta a predisporre gli atti in modo da consentire di ribassare l'applicazione della tariffa sulla prima casa di abitazione al 2 x 1000».

giovedì 9 febbraio 2012

Lesa nel Cuore torna a chiedere notizie del discusso Supermercato progettato nelle vicinanze del Cimitero di Solcio

Lesa nel Cuore aveva già portato nel Consiglio Comunale del 28 settembre 2010 la questione del discusso Supermercato da realizzare nelle vicinanze del Cimitero di Solcio. Da allora non è accaduto quasi nulla ma soprattutto non si capisce quale sarà il destino dell'area. «Nel consiglio del 28 settembre - dice Tiziana Tozzi, Consigliera Comunale di Lesa nel Cuore- il Sindaco sorprendentemente sosteneva di non sapere nulla sulla sua effettiva realizzazione e di non essere tenuto a sapere visto che l’amministrazione comunale avrebbe fatto quello che doveva fare e per il resto toccava ai privati. A distanza di un anno e mezzo crediamo sia giusto riportare in Consiglio la questione visto che il destino di quell'area riguarda tutti i cittadini e non soltanto un piccolo gruppo di privati. Il testo dell'interpellanza è il seguente:

«I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo "Lesa nel cuore" Gianni Lucini, Mario Conterio, Celestina Diana e Tiziana Tozzi
premesso che
- con delibera di Giunta Comunale n. 202 del 12 dicembre 2006 con l'individuazione del soggetto incaricato per l'adeguamento del P.R.G.C. iniziava l'iter della procedura destinata a rendere possibile la realizzazione di un Supermercato sul territorio del nostro Comune;
- tale procedura si poteva considerare formalmente conclusa con la delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 22 aprile 2009 che approvava un "Piano esecutivo convenzionato di iniziativa privata" in un'area occupata da attrezzature terziarie esistenti di Proprietà dei Cantieri Nautici di Solcio;
richiamando
un'analoga interpellanza presentata il 9 giugno 2010
rivolgono al Sindaco la presente interpellanza per conoscere
• A che punto sia la realizzazione del progetto di cui all'oggetto;
• Se e in che misura nel frattempo siano intervenute sostanziali modifiche sia nell'assetto proprietario dell'area interessata che nella destinazione finale dell'area
• Quali siano il giudizio e l'intenzione dell'amministrazione in merito».

lunedì 6 febbraio 2012

È in distribuzione il numero 23 di "Lesa nel Cuore".

È in distribuzione il numero 23 del mensile "Lesa nel Cuore".
Alcuni titoli di questo numero:



  • Sul testamento Cavallini si sono fatte troppe chiacchiere. Lo rendiamo pubblico
  • Finalmente si è riunita la Commissione del Territorio
  • La crisi economica nutre la mafia
  • La storia di arlecchino 
  • Incentivare il recupero del patrimonio edilizio esistente in un momento di crisi
  • Scuola pubblica e gite inopportune
  •  Accidenti, quasi mi beccavano!
  • A chi intitoleresti una via?


Chi volesse ricevere il giornale in pdf via e-mail può farne richiesta a lesanelcuore@libero.it