martedì 23 aprile 2013

Lunedì 29 c'è il Consiglio Comunale



Il Consiglio Comunale è convocato per lunedì 29 aprile 2013 alle ore 21
All'Ordine del Giorno ci sono i seguenti punti:

1 Lettura ed approvazione verbali della seduta precedente
2 Riconciliazione delle partite debitorie e creditorie (art. 6 comma 4 d.l. 95/2012 -
legge 135/2012)
3 Approvazione rendiconto della gestione per l'esercizio finanziario 2012
4 Accettazione donazione terreno individuato al foglio n. 13 mapp. 523
5 Regolamento edilizio comunale - variante per approvazione allegato energetico
6 Regolamento di polizia mortuaria - modifiche ed integrazioni
7 Regolamento comunale dehors - integrazione
8 Interpellanza su trasporto pubblico presentata dal gruppo consiliare "Lesa nel Cuore"
9 Interpellanza su commissione toponomastica e onomastica stradale presentata dal gruppo consiliare "Lesa nel Cuore"
10 interpellanza sulla rinegoziazione del mutuo stipulato per il Porto presentata dal gruppo consiliare "Lesa nel Cuore"

martedì 9 aprile 2013

Sulle antenne un'assemblea pubblica in un orario da burocrati

I Comuni della nostra zona hanno indetto un'Assemblea Pubblica sul delicato tema delle Antenne per la telefonia. Naturalmente l'hanno indetta con soli tre giorni di preavviso (e si potrebbe anche accettare) e alle ore 17, un orario da burocrati che non tiene in alcun conto le esigenze e la vita delle popolazioni interessate. 

La loro speranza probabilmente è quella di ritrovarsi fra "addetti ai lavori"  senza troppe rotture di scatole da parte dei cittadini...



lunedì 8 aprile 2013

Il futuro è partecipazione - A un anno dalle prossime elezioni comunali Lesa nel Cuore si apre alla costruzione di un programma e di proposte condivise.


A un anno dalle prossime elezioni comunali Lesa nel Cuore si apre alla costruzione di un programma e di proposte condivise. Il giornale sarà lo strumento di una discussione aperta e senza pregiudiziali di alcun genere per raccogliere e mettere insieme chi vuole cambiare le cose nel nostro paese
Durante l’ultima assemblea di Lesa nel Cuore che si è tenuta il 31 gennaio si è vista la consueta partecipazione di un folto gruppo di simpatizzanti e aderenti. Nella serata sono state prese alcune decisioni importanti per il futuro dell’associazione e che vanno oltre ai consueti appuntamenti quali l’alborellata e la castagnata che saranno organizzate anche quest’anno. La nostra assemblea ha, infatti deliberato di creare dei tavoli di lavoro aperti a chiunque voglia farne parte su temi di interesse specifico per il territorio lesiano, quali la tutela del territorio, le linee amministrative e i servizi alla persona. Tutti gli strumenti di cui l'Associazione dispone saranno messi al servizio di questo progetto. Il giornale Lesa nel Cuore sarà utilissimo per la comunicazione e lo scambio di idee, divenendo così una sorta di “forum cartaceo”, mentre il sito dell’associazione, la mailinglist e la pagina Facebook saranno l'efficace supporto quando si tratta di comunicare in modo più rapido e dinamico. Nelle intenzioni dell’associazione c’è la volontà di coinvolgere tutti i soggetti, singoli cittadini o associazioni, che abbiano a cuore il futuro del nostro paese e vogliano proporre temi di discussione o partecipare a discussioni aperte. Il futuro è partecipazione e siamo convinti che solo con l’aiuto di tutti potremo costruire un progetto condiviso per gli anni che verranno.

martedì 2 aprile 2013

I cittadini incontrano Paolo Cumbo, presidente dell’Unione dei Comuni di Lesa, Belgirate e Meina.

Riceviamo e pubblichiamo:

Sabato mattina scorso 23 marzo una delegazione di cittadini lesiani e belgiratesi ha incontrato il Presidente dell’Unione dei Comuni di Lesa, Belgirate e Meina, Paolo Cumbo. E’ stato un incontro all’insegna della concretezza e della propositività, alla ricerca di soluzioni costruttive per risolvere il problema del posizionamento di stazioni base/antenne per telefonia sul territorio.
Le Compagnie Telefoniche vogliono fare il loro business  dall’altra parte moltissimi importanti studi internazionali dicono che esposizioni a campi elettromagnetici di intensità anche inferiore ai limiti consentiti oggi dalla legge (6volt/metro) possono essere pericolosi e i cittadini sono preoccupati per la salute loro e dei loro figli; da non dimenticare poi quanto avviene a Massino Visconti: insieme ai disturbi neuro-comportamentali lamentati dalla popolazione locale, lo scempio del paesaggio.
La soluzione c’è, ed è stata proposta con forza e determinazione dai cittadini nella riunione di sabato: individuare sul territorio, avvalendosi di professionisti  del settore, aree ben definite dove posizionare le antenne con caratteristiche precise in grado di soddisfare le esigenze di tutti (come fatto da Invorio e recentemente dal Comune di Stresa). Si chiama Piano di Localizzazione delle Antenne.
In questo modo tutti trarrebbero beneficio: compagnie telefoniche, cittadini, amministrazioni, paesaggio.
Tale strumento sarebbe in grado di tutelare non solo i cittadini, le amministrazioni locali  in caso di procedimenti legali in vista dei prevedibili sviluppi della rete di telefonia mobile e dell’avvento della tecnologia 4G.
I Comuni potrebbero inoltre assicurarsi nuove e cospicue grazie alla riscossione del canone di affitto dalle Compagnie che installano i loro impianti nelle aree di cui sopra (e i guadagni andrebbero a vantaggio di tutta la collettività anzichè di singoli cittadini come nel caso di Hotel Aries e Hotel Milano).
La delegazione di cittadini ha ribadito, in ogni modo e a ogni livello, la massima disponibilità per far sì che questa strada venga percorsa, mettendosi a disposizione personalmente e ognuno con le sue competenze. 
Maurizio Borroni
Maura Mammola
Franco Santoro
Mauro Villa