lunedì 20 maggio 2013

Martedì 28 maggio Consiglio Comunale

Martedì 28 maggio è convocato il Consiglio Comunale di Lesa. Naturalmente, seguendo un'inveterata pessima abitudine, è stato fissato alle 18,15.
Pazienza.
All'ordine del Giorno ci sono tre punti:

1 - LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI DELLA SEDUTA PRECEDENTE
2 - ART. 1 - COMMA 1 D.L. 08/04/2013 N. 35 - CONTRATTO DI ANTICIPAZIONE DI LIQUIDITA'
3 - DETERMINAZIONE DELLE RATE E DELLE SCADENZE DI VERSAMENTO DEL TRIBUTO COMUNALE SUI RIFIUTI E SUI SERVIZI PER L'ANNO 2013

martedì 14 maggio 2013

Una strada da percorrere insieme da qui alle elezioni comunali


Sulla prima pagina del numero 35 del suo giornale “Lesa nel Cuore” ha pubblicato un documento nel quale annunciava la decisione di promuovere un confronto con tutti in vista delle prossime elezioni comunali che si terranno esattamente tra un anno. In particolare si annuncia l’intenzione di «... creare dei tavoli di lavoro aperti a chiunque voglia farne parte su temi di interesse specifico per il territorio lesiano, quali la tutela del territorio, le linee amministrative e i servizi alla persona» perché «...nelle intenzioni dell’associazione c’è la volontà di coinvolgere tutti i soggetti, singoli cittadini o associazioni, che abbiano a cuore il futuro del nostro paese e vogliano proporre temi di discussione o partecipare a discussioni aperte. Il futuro è partecipazione e siamo convinti che solo con l’aiuto di tutti potremo costruire un progetto condiviso per gli anni che verranno». Proprio perché mi ritrovo in queste parole vorrei sommessamente aggiungere alcuni piccoli ragionamenti e opinioni. È certo che tra un anno si vota. È altrettanto certo che l’attuale sindaco Roberto Grignoli (salvo improbabili proroghe) non potrà più candidarsi. Le certezze finiscono qui perché, per esempio, ancora non si può sapere con certezza quante schede avremo a disposizione. Può infatti accadere che, sulla base delle opzioni possibili contenute nella legge di riforma degli Enti Locali, gli elettori oltre a votare per il Sindaco e il rinnovo del Consiglio Comunale debbano anche scegliere il Presidente dell’Unione dei Comuni. Se non ci sono nuove norme però si vota solo per il Sindaco e il Consiglio Comunale. In ogni caso manca un anno e se siamo convinti della necessità di cambiare non possiamo far finta di nulla o aspettare le ultime settimane. Un’idea di cambiamento vero non può riguardare solo le persone ma deve investire l’idea stessa di come amministrare il futuro del Comune di Lesa e scegliere una strada nuova. Per questa ragione “Lesa nel Cuore” deve diventare un catalizzatore di proposte e di progetti in modo aperto. Ci si confronta, si ragiona e si discute nella consapevolezza che le differenze, tra persone che hanno gli stessi principi di fondo, sono una ricchezza importante. La stessa strada, a mio parere, va seguita nella scelta dei candidati, che saranno grosso modo la metà di quelli dell’altra volta perché la nuova legge ha riscritto i numeri delle rappresentanze. Il gruppo dei consiglieri comunali di Lesa nel Cuore, (tutti alla prima esperienza e, a mio parere, se disponibili, tutti da ricandidare) va integrato con persone la cui competenza e passione sia indiscutibile. Porrei un limite, che è quello che ho applicato a me stesso dimettendomi da consigliere e annunciando la mia non-ricandidatura: nessuno dei candidati deve avere più di sessant’anni. Abbiamo bisogno di nuove energie e di un rinnovamento anche generazionale e per quelli che sono “oltre” il limite penso che ci siano mille modi diversi di darsi da fare per la comunità e le proprie idee oltre a quello di sedere in un organo istituzionale. Naturalmente sono le mie idee. Il giornale e anche questo sito sono a disposizione di chi volesse aggiungere le sue o contestare la mia personalissima impostazione.
Gianni Lucini