domenica 22 settembre 2013

Valle dell'Erno. Chi pagherà per tutto questo?

Nonostante sulla Valle dell'Erno sembri essere calato il silenzio, Lesa nel Cuore non si adegua. I lavori della inutile e dannosa centralina sono sospesi da tempo, il riambientamento lontanissimo dall'essere realizzato, ma tutto tace. A questa sorta di sonnacchiosa indifferenza non si adegua  "Lesa nel Cuore" la cui capogruppo Tiziana Tozzi nei giorni scorsi ha presentato una interrogazione al Sindaco Grignoli reperibile qui: http://www.lesanelcuore.com/2013/09/valle-dellerno-un-pasticcio-senza.html
Giusto per dare un'idea della situazione pubblichiamo e invitiamo a far girare le foto scattate sulla dorsale della valle così com'è ora dopo il passaggio degli "invasori". Chi pagherà per tutto questo?
A sinistra la vecchia strada
.....e i sassi  messi dall'altra parte della strada
Autostrada nel bosco

Anche questa destinata al fondo valle?

Indizi di frane nel terreno a monte?
Devastazione

crepe nel terreno devastato
Massi pronti a rotolare verso il basso?
Distrutto il vecchio muro
Anche  questo materiale può scivolare a valle? 








venerdì 20 settembre 2013

Martedì 24 settembre c'è il Consiglio Comunale

È stato convocato per martedì 24 settembre il Consiglio Comunale. Indovinate a che ora? Alle 18.15.

1 - LETTURA ED APPROVAZIONE VERBALI DELLA SEDUTA PRECEDENTE

2 - RATIFICA DELIBERAZIONI GIUNTA COMUNALE

3 - ARTT. 175 E 193 - D. LGS. N. 267/2000 - VERIFICA DELLA GESTIONE FINANZIARIA E DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO

4 - CONVENZIONE TRA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DEL VERGANTE ED I COMUNI PER GLI IMPEGNI DI ORDINE ORGANIZZATIVO ED ECONOMICO - APPROVAZIONE

5 - COMMISSIONE PER IL MONITORAGGIO, LA RIDUZIONE E L'ABBATTIMENTO
DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE - SOSTITUZIONE MEMBRO DIMISSIONARIO

6 - INTERPELLANZA LOCALIZZAZIONE ANTENNE PRESENTATA DAL GRUPPO
CONSILIARE "LESA NEL CUORE"

venerdì 6 settembre 2013

Il degrado della Foce dell'Erno nella lettera e nelle foto di alcuni cittadini

Cara "Lesa nel Cuore"....

Buongiorno,

allegate alcune foto scattate alla Foce dell'Erno (lato Solcio) nei giorni scorsi.

Una bellissima area che si sta trasformando in un campeggio abusivo con conseguente degrado vista la mancanza di servizi igienici, l'unica  toilette disponibile è quella che si trova nelle vicinanze del bar,  sull'altro lato del fiume, con un cartello esposto che recita "1 Euro"  

per il suo utilizzo, toilette singola secondo noi già non in regola per la mancanza di suddivisione tra uomo e donna.
Tende che arrivano il venerdì e stazionano fino alla domenica sera con decine e decine di persone che vivono lì per tre giorni accendendo fuochi anche al di fuori dei barbecue di cemento.

Sono stati posizionati anche dei contenitori per la raccolta differenziata che rimangono sempre vuoti perchè l'immondizia viene messa nei contenitori, più comodi, posizionati nell'area tavoli.


Bisognerebbe controllare meglio e mettere soprattutto dei cartelli con un regolamento più rigido visto che attualmente non esiste alcuna comunicazione circa questa area che il comune così orgogliosamente continua a chiamare "attrezzata".

Non ci soffermiamo sulle condizioni dei barbecue perchè basta andare a vedere con i propri occhi.
Grazie per l'attenzione nella speranza che finalmente qualcuno possa prendere in mano la situazione e risolvere il problema visto che precedenti comunicazioni al Comune non hanno prodotto alcun miglioramento.
Cordiali saluti
Alcuni Cittadini di Solcio

martedì 3 settembre 2013

Valle dell'Erno, un pasticcio senza responsabili?

Nella foto: un'immagine della manifestazione contro la Centrale
Sulla Valle dell'Erno è calato il silenzio. I lavori della inutile e dannosa centralina sono sospesi da tempo, il riambientamento lontanissimo dall'essere realizzato, ma tutto tace. A questa sorta di sonnacchiosa indifferenza non si adegua la capogruppo di "Lesa nel Cuore" Tiziana Tozzi che nei giorni scorsi ha presentato una interrogazione al Sindaco Grignoli nella quale si rileva come
- siano ormai passati tre anni dall’avvio delle pratiche di occupazione d’urgenza dei terreni destinati a ospitare strutture relative alla nuova Centrale elettrica nella Valle dell’Erno;
- la stessa opera abbia usufruito di innumerevoli proroghe, a partire da quella che aveva previsto la chiusura dei lavori per il 9 febbraio 2011;
- tutta la storia dell'opera sia caratterizzata da anomalie a partire dal fatto che dopo un frettoloso inizio dei lavori per la Centrale idroelettrica della Gator in seguito alla diffida emessa da parte della Provincia del VCO, i due cantieri aperti risultavano poi chiusi e abbandonati;
- da dichiarazioni del Sindaco in Consiglio comunale risultava che la scadenza ultima della concessione fosse il 4 agosto 2013;
- a oggi non risulta ottemperata neppure la prescrizione (annunciata in un Consiglio Comunale) di riambientamento delle aree alterate dai lavori con il ripristino delle condizioni ambientali e visive precedenti.
Nell'interrogazione si chiede al sindaco di chiarire:

  • quale sia la situazione;
  • se e quando sia scaduta la concessione;
  • se e per quale ammontare sia stato chiesto risarcimento dei disagi creati e delle spese sostenute dal Comune ai titolari della concessione;
  • se non sia il caso di inviare alla Magistratura gli atti relativi per una valutazione di eventuali responsabilità penali a ogni livello nella gestione della vicenda.