mercoledì 19 febbraio 2014

Come sarà gestito e quanto costa davvero il Porto di Solcio?

Come sarà gestito e quanto costa davvero il Porto di Solcio? Se lo chiedono i consiglieri comunali di Lesa nel Cuore che in questi giorni hanno depositato un'interpellanza il cui testo è il seguente:
«I sottoscritti Consiglieri Comunali del gruppo "Lesa nel cuore" Tiziana Tozzi, Mario Conterio, Giorgio Prini e  Carlo Diana
visto che i lavori per la costruzione del nuovo Porto di Solcio sono giunti quasi al termine 
rilevato che la stagione estiva che permetterà l’utilizzo dei posti barca disponibili si sta avvicinando

                        rivolgono la presente interpellanza al Sindaco per sapere

  • Quale sia la data di fine lavori prevista
  • Se sono già state attivate le procedure per la pubblicazione di un bando per la gestione dei posti barca e dell’intera area dei servizi   
  • Quale sia l'ammontare dei costi finora sostenuti e quale quello per completare l'opera
  • Quali parti del progetto iniziale non verranno realizzate o sono state ridimensionate».

martedì 4 febbraio 2014

Stiamo lavorando al programma e alla lista ma nessuno sa ancora quando e come saranno le elezioni

Lesa nel Cuore continua le riunioni per la definizione del programma e della lista anche se alla data in cui stiamo scrivendo questo articolo ancora non si sa quando e come saranno le Elezioni Amministrative del 2014. È una sorta di giallo con tanti indizi ma con nessuna prova certa. Sulla base della normativa vigente si che le elezioni si terranno «in una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno nei comuni con scadenza naturale del mandato degli organi eletti nel 2009 ed in quelli alle elezioni anticipate perché commissariati o per motivi diversi».
Molti segnali, compreso il via libera in sede di bilancio alla possibilità d'accorpamento con le elezioni europee, fanno pensare che si terranno il 25 maggio oppure il 25 e 26 maggio, ma non è ancora detto. Il nostro impianto normativo prevede non si possano svolgere insieme elezioni di tipo diverso (amministrative e politiche o europee) salvo un provvedimento specifico. Questo provvedimento a oggi non esiste.
Analoga confusione regna sul numero dei consiglieri comunali da eleggere (e quindi sul numero dei candidati in lista). La normativa vigente derivata dalle norme in materia di contenimento delle spese degli enti locali prevede la riduzione di circa il 20% del numero di consiglieri e degli assessori comunali e quindi un consiglio comunale di sei componenti (quattro della maggioranza e due della minoranza) mentre la giunta sarebbe formata da un massimo di due assessori (massimo perché da sempre non è obbligatorio nominare tutti). Se fosse così le liste sarebbero composte da sei componenti più il candidato a Sindaco.
Nelle scorse settimane, però, la Camera ha modificato questa normativa innalzando il numero dei Consiglieri da sei a dieci. Il provvedimento ora torna in Senato. Se finisse così le liste a Lesa saranno composte da 11 persone (10 candidati consiglieri più un candidato sindaco).
Infine per quel che riguarda i nostri "avversari" o, meglio "contendenti" non è neppure esclusa, in linea del tutto teorica, la ricandidatura di Roberto Grignoli, oggi resa impossibile dal divieto di ricandidarsi alla carica di Sindaco dopo due mandati.
Da più parti si ipotizza che, come accaduto per i Presidenti delle Regioni, il limite dei due mandati sia portato a tre.

Insomma, nulla è certo, la confusione è tanta ma l'unica certezza che ci sentiamo di darvi è che noi alle elezioni ci saremo, con una nostra lista, un nostro candidato a Sindaco e un nostro programma. Dateci una mano, abbiamo bisogno di tutti.