venerdì 19 giugno 2015

Grignoli ha avuto una liquidazione da 7.146,04 Euro

In genere si percepisce la liquidazione quando si cessa di fare una cosa. Per i Sindaci non è così. Finisci un mandato, ti dò una liquidazione pari a un mese di indennità per ogni anno che sei stato in carica. Poi se ti ripresenti e vieni rieletto, altro giro, altra corsa, altra liquidazione... Non c'è nulla di illegale in questo visto che la legge Finanziaria del 2007 prevede che dal 1° gennaio dello stesso anno ai Sindaci sia riconosciuta un'indennità di fine mandato purché lo stesso sia stato superiore ai trenta mesi. Come accade anche per l'indennità mensile qualche Sindaco ci rinuncia, ma non è il caso di Grignoli, il nostro "caro" Sindaco che rientra tra i beneficiari di questo curioso provvedimento. Il calcolo effettuato su un'indennità mensile di 1.301,47 per il 2009 ( da giugno a dicembre ) di 1.446,08 per il 2010, 2011, 2012, 1013 e cinque mesi del 2014 ( da gennaio a maggio) porta a un'indennità di 7.146,04 euro. Niente male, vero?
Questa è la tabella di calcolo come risulta dalle determine 312 e 313 del 2014, regolarmente consultabili nel sito del Comune.

ANNO DI RIFERIMENTO
INDENNITA’ DI FUNZIONE
INDENNITA’ FINE MANDATO
ANNO 2009
1.301,47
759,19
ANNO 2010
1.446,08
1.446,08
ANNO 2011
1.446,08
1.446,08
ANNO 2012
1.446,08
1.446,08
ANNO 2013
1.446,08
1.446,08
ANNO 2014
1.446,08
602,53
TOTALE

7.146,04

È tutto regolare, anche se va detto che altri Sindaci e amministratori in un periodo difficile per le casse pubbliche come per i cittadini si autoriducono indennità e prebende varie. Probabilmente Grignoli non lo fa perché usa questi soldi per cause nobilissime in difesa dei più deboli e bisognosi. Anzi se è così ce lo faccia sapere, ne daremo certamente conto su queste pagine, oppure utilizzi il giornale del Comune, o magari i famosi "manifesti gialli", per qualche tempo divenuti famosi come le "grida manzoniane".

Nessun commento: