lunedì 20 marzo 2017

Cercano di zittirci ma sono capitati male!

La prima pagina del nuovo numero di "Lesa nel Cuore" doveva essere dedicata al fatto che siamo arrivati a 70 uscite e a quasi otto anni di vita. Invece proprio mentre stavamo chiudendo il giornale è arrivato inaspettato l'avvio di un procedimento penale nei confronti di Matteo Nerini Molteni per l'articolo pubblicato sul giornale "Lesa nel Cuore" a novembre e relativo al contratto di comodato d’uso gratuito dei portici in prossimità del porto di Solcio. Pur evitando di entrare nel merito di argomenti che saranno oggetto di valutazione da parte della magistratura riteniamo che l'accusa sia infondata perché Matteo Nerini Molteni non ha operato per diffamare nessuno e il giornale, oltre a pubblicare sul n° 68 la rettifica richiesta dal sig. Giorgio Brovelli, ha già spiegato la questione ribadendo che il suo articolo pubblicato sul n° 67 di questo giornale era basato su documenti ufficiali del Comune di Lesa e quindi la responsabilità di eventuali errori nella stesura dell'articolo stesso andrebbe ricondotta come d'uso alla fonte. Peraltro l'articolo di Matteo arrivava al termine di una lunga serie di interventi sul tema in Consiglio Comunale e in altre sedi istituzionali senza che nessuno avesse rilievi da fare. Ora però sul merito lasciamo che siano le sedi opportune a giudicare.
Abbiamo l'impressione che lui sia un bersaglio comodo per zittire otto anni di opposizione, perché il nostro giornale, le nostre attività di controllo e di critica sono fastidiose per chi detiene le piccole o grandi leve del potere nel nostro Comune. 
Se qualcuno pensa di zittirci è capitato male.
Matteo (come altri di noi che si trovassero nelle stesse condizioni) si difenderà nelle sedi opportune ma non sarà da solo. Avrà al suo fianco un robusta assistenza legale e la consapevolezza di essere dalla parte della ragione.
La sua difesa sarà la nostra e sarà precisa, puntuale, argomentata e non potrà non allargarsi alla stessa gestione della vicenda da parte degli Enti preposti, a partire dal Comune. A volte questo tipo di iniziative assumono un peso e un significato imprevisto e una direzione molto diversa da quella auspicata dai querelanti....
Siamo vicini a Matteo e difendiamo il nostro diritto di critica e di controllo. Chiediamo la solidarietà di tutti e anche, se possibile, un aiuto economico per le spese legali.
Chi pensa di zittirci si sbaglia.
Lesa nel Cuore


Un aiuto per le spese legali
Le denunce non ci spaventano, ma le cause legali costano

Chi volesse darci una mano per le spese necessarie a difendere Matteo e il diritto del nostro giornale di esistere può farlo con un versamento sul Conto Corrente Bancario n° 20417 aperto presso la Banca Popolare di Novara – Filiale di Lesa e intestato a “Lesa nel cuore” (IBAN: IT58X0503445470000000020417). Indicate la causale "Contributo per le spese legali".

Nessun commento: